News
LA "TRUFFA" DEL TELERISCALDAMENTO PDF Stampa E-mail
Mercoledì 25 Novembre 2009 18:28
Riportiamo uno dei tanti articoli usciti sulla stampa che svelano "la truffa" del Teleriscaldamento. Dopo la "rivolta" di Monza, anche a Seregno la popolazione scopre i salati "effetti collaterali" del teleriscaldamento. Quando il gioco non vale la candela...
Perchè quindi intossicarci tutti con la Centrale turbogas??


Con il teleriscaldamento le bollette schizzano alle stelle

da Il Giorno
articolo di LAURA BALLABIO

— SEREGNO —
BOLLETTE astronomiche «grazie» al teleriscaldamento. Almeno è questa la denuncia che Renato Greca, presidente dell’Anaci (Associazione degli amministratori condominiali) Monza e Brianza ha voluto fare al nostro giornale. Aumenti che vanno dal cinquanta al trecento per cento in più, cifre astronomiche che hanno fatto lievitare l’ultima bolletta. «Se fino allo scorso anno in questo periodo arrivavano pagamenti per un intero condominio che si aggiravano su 3-4 mila euro, nell’ultima bolletta pervenuta siamo arrivati a cifre folli che superano anche i 12mila euro – ha spiegato Renato Greca -. Cifre che devono essere saldate entro fine mese e che trovano anche reali difficoltà a essere rateizzate. Attualmente ci sono almeno una dozzina di immobili che hanno reali difficoltà nel pagamento». Tra le problematiche riscontrate anche la mancanza di comunicazione con Gelsia. È infatti l’azienda con sede in via Palestro a occuparsi della gestione del teleriscaldamento. «In questi giorni visto il caos che si è creato dopo il ricevimento delle bollette sono stati fissati alcuni incontri tra gli amministratori e i dirigenti di Gelsia – ha chiarito il presidente provinciale dell’Anaci –. Visto che le problematiche sono comuni sarebbe più semplice organizzare un’assemblea pubblica e spiegare la situazione a tutti aprendo un tavolo con condizioni uguali per tutti, e non tamponare situazione per situazione». Il presidente dell’Anaci ha alzato il velo su una situazione che coinvolge molte famiglie seregnesi.
DA ALCUNI ANNI infatti la scelta ecologica dell’introduzione di questo nuovo modo di riscaldare case e appartamenti è stata «sposata» da un gran numero di cittadini. Un principio semplice che porta tubi di acqua calda all’interno degli stabili. Scegliere il teleriscaldamento è stata un’importante rivoluzione per la città: da un lato il disagio, anche di chi non ha scelto il teleriscaldamento, dovuto ai cantieri e lavori stradali che da anni bloccano a singhiozzo la viabilità cittadina, dall’altro invece il beneficio non trascurabile di pensare all’ambiente, eliminando l’immissione nell’aria di fumi dannosi per l’ambiente, oltre al risparmio di risorse non rinnovabili, con una promessa di un reale risparmio sulla bolletta.

Gelsia replica:«Il prezzo del metano è sceso Ora il problema sarà risolto»
SEMBRA causata dall’aumento del metano l’impennata delle bollette delle famiglie seregnesi. Una situazione critica che dovrebbe manifestarsi solo questo mese. Lo dicono i vertici di Gelsia, società che gestisce il teleriscaldamento: «Queste bollette sono relative al conguaglio dell’intero anno. Nei trimestri da ottobre a dicembre 2008 e da gennaio a marzo 2009 c’è stato un aumento dei costi della materia prima tra il 40 e il 50%. Ora il prezzo è sceso».
 
CUI PRODEST? PDF Stampa E-mail
Venerdì 31 Luglio 2009 18:28
termoelettrica-280x252.jpgA chi giova la realizzazione di una centrale termoelettrica Turbogas sul territorio di Ceriano Laghetto?

A chi giova una centrale termoelettrica Turbogas, ai cittadini cerianesi o a chi vuole vendere l'energia sul mercato, sfruttando il nostro territorio con un'opera dall'alto impatto ambientale?

E in tutto questo come mai noi cittadini non se sappiamo nulla? La precedente Amministrazione comunale di Ceriano Laghetto ha dato il via a quest'operazione senza consultare né informare i cittadini, perchè?

Eppure, la Centrale è un'opera che impatterà in maniera decisiva sul nostro ambiente, sul nostro territorio, sulla qualità della vita e sulla salute dei Cerianesi e dei nostri vicini.
La presenza a poche centinaia di metri del Parco delle Groane e di un sito di interesse comunitario non ha fermato il business dell'energia, a vantaggio di pochi e a svantaggio di molti.
Come mai noi cittadini, sui quali ricadranno tutte le emissioni inquinanti che la centrale termoelettrica produrrà, non siamo stati minimamente messi a conoscenza a suo tempo di questa scelta da parte del Comune?
 
INCONTRO PUBBLICO PDF Stampa E-mail
Giovedì 06 Novembre 2008 23:00
"Il Comitato Ceriano Pulita sarà presente all'incontro pubblico "La verità sulla centrale" che si terrà venerdì sera 7 novembre ore 20.30 nella Sala Consiliare del Comune di Ceriano Laghetto e sabato 8 novembre ore 9.30 al convegno "Ascolta l'energia" che si terrà sempre nella stessa sala.
 
IL COMUNE CI VIETA LA SERATA IN PIAZZA, CERIANO PULITA SCRIVE ALLE AUTORITA' PDF Stampa E-mail
Mercoledì 10 Settembre 2008 20:17

Senza parole. Perplessità, disillusione e timore. Il Comune ha vietato al Comitato "Ceriano Pulita" di svolgere un incontro pubblico con esperti che avrebbero trattato il tema della Centrale Termoelettrica. Il Comitato tramite il Presidente Ing. Massimiliano Rosio ha scritto quindi una lettera al Ministro dell'Interno Roberto Maroni, al Prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi, ai Parlamentari brianzoli di tutti gli schieramenti politici e ai Capigruppo che siedono in Consiglio Comunale a Ceriano Laghetto per chiedere che si ristabiliscano i minimi standard democratici calpestati e dimenticati dall'Amministrazione comunale.

>Leggi la lettera

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3

Cerca

Questo sito utilizza dei cookie tecnici e di terze parti. Continuando con la navigazione l'utente accetta il loro utilizzo. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

Accetto i cookie provenienti da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information